Perchè i cavalli?

I cavalli ci invitano a essere congruenti, ci fanno sperimentare l‘energia del qui e ora (a cui tende ogni tipo di meditazione, oltre ad essere il tempo in cui vivono anche i bambini e quelle persone che si sentono in pace) e con ciò dell‘abbondanza della vita che ci riempie e ci circonda, di cui finalmente ci rendiamo conto.

Con il cavallo a fianco ci sperimentiamo nella nostra totalità e grandezza perché essi ci accettano come siamo, aiutandoci a comprendere che le emozioni, brutte o belle che siano, portano sempre messaggi importanti che dobbiamo imparare ad ascoltare, a comprendere e, se negative, a lasciare andare. La coscienza, in contatto con l'energia del cavallo, può prendere atto della propria dissonanza.

E lo specchio é oltremodo fedele, spietatamente sincero perché non filtrato dalla mente ma solo dall'immediatezza della percezione.

Il cavallo"sente" se chi lo avvicina é nella sua parte vera e riesce a smontare, se davvero si ha il coraggio di mettersi in gioco, le false sicurezze e desideri sulle quali spesso si basa la nostra vita, facendoci vedere la verità.

La sua sola vicinanza può smuovere profondamente, al di là del nostro livello di consapevolezza e conoscenza. Il cambiamento, nel lavoro Raidho Healing Horses, parte dal basso, o meglio, da dentro: prima a livello energetico ed emozionale.

Poi viene elaborato, e ogni persona con i propri tempi, dalla mente. E, passo dopo passo, l'ordine, la chiarezza e la semplicità si fanno strada...

Social